Abbiamo incontrato gli esperti di Cyber Lex – una squadra di avvocati ed esperti tecnici informatici, che si occupa di far valere al cittadino il suo diritto alla Privacy e Diritto all’Oblio sul web – per farci spiegare bene come funziona il Nuovo Regolamento europeo GDPR 2018. A partire dal prossimo 25 maggio 2018 infatti, entrerà in vigore il Nuovo Regolamento della Commissione Europea GDPR che, soprattutto nel suo articolo 17, sancisce i termini per avvalersi del Diritto all’Oblio da parte degli utenti web.

Chiunque creda quindi, che la propria reputazione od onore siano stati lesi da notizie o informazioni comparse in internet e reiterate nel tempo, può inoltrare una richiesta ai titolari del trattamento dei dati (che possono essere motori di ricerca come Google, Bing o Yahoo, ma anche siti web, social network, etc.). Ma chi sono esattamente i ‘titolari del trattamento dei dati’? A definire bene questo ruolo, come illustrato dalla Cyber Lex, è un organismo indipendente europeo per la protezione dei dati e della privacy, denominato ‘Working Party’, che si è così espresso in merito: “(…) gli operatori del motore di ricerca elaborano i dati personali e sono identificati come titolari del trattamento ai sensi dell’articolo 2 della direttiva 95/46/CE. Il trattamento dei dati personali effettuato nell’ambito dell’attività di un motore di ricerca, si distingue da quello svolto da terze parti come editori di siti, web-sites, o testate giornalistiche”.

Ma quindi, che procedura bisogna effettuare per poter esercitare il diritto all’oblio su internet, da parte del cittadino? “Per presentare tale richiesta – proseguono gli esperti della Cyber Lex – è indispensabile che venga effettuata un’accurata ricerca e selezione di tutte le URL presenti sul web e riferite alle pagine dove compaiono i dati personali che vogliamo cancellare, perché saranno successivamente sottoposte a controllo da parte di Google e da parte di tutti quei titolari del trattamento che hanno pubblicato quei dati personali e informazioni. Inoltre bisogna verificare se vi sia o meno parvenza di poter esercitare tale diritto all’oblio e quindi se si può procedere con la richiesta per eliminare articoli di giornale online. Per questo consigliamo di rivolgersi ai nostri esperti avvocati e tecnici informatici, che sapranno certamente offrire la massima assistenza in tutta la procedura e quindi raggiungere l’obiettivo di veder riconosciuto il diritto alla privacy”.

Lascia il tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here