I cofani dove riporre la salma non sono una scelta secondaria nel momento in cui bisogna organizzare un funerale. Rivolgendosi all’impresa funebre a Roma, si ha un vasto ventaglio di scelta che riguarda soprattutto al tipologia di legname usato. Ci sono diversi legni tra cui scegliere e i principali sono elencati di seguito.

 Il classico legno di pino

Il legno di pino è una delle scelte più classiche per riguarda le bare all’impresa funebre a Roma. Il pino di prima qualità è resistente, privo di nodi e ha venature piuttosto regolare e strette. Il pino di seconda qualità ha invece più nodi e venature meno regolari. Spesso si utilizza per realizzare le casse provvisorie che si utilizzano nel caso del rito funebre seguito dalla cremazione.

In ambedue le qualità, il legno di pino risulta avere un colore chiaro quasi giallo. Uno dei vantaggi di questo legno è il prezzo piuttosto contenuto soprattutto se messo a confronto con altre soluzioni alternative.

Il più pregiato mogano

Il mogano è uno dei legni più pregiati che ci sia per la realizzazione anche di casse funebri. Un cofano in mogano è elegante e raffinato grazie alla sua colorazione scura con venature ampie e regolari. La sua resistenza nel tempo è molto alta. Il suo costo però è un po’ più alto.

Il rossiccio legno di ciliegio

Spesso nello showroom della impresa funebre a Roma spiccano le casse realizzate in legno di ciliegio. Si tratta di una soluzione molto gettonata grazie alla sua particolare colorazione. Infatti, questo legno ha un colore che tende al rosso, dando maggiore calore; motivo per cui viene scelto così di frequente per dare degna sepoltura alla persona cara venuta a mancare.

L’opzione scura del castagno

Infine, è importante citare anche il legno di castagno che si usa spesso per queste realizzazioni. Si tratta di un legname dalla colorazione bruna piuttosto scura ma con delle sfumature più chiare, quasi dorate, regolari e ampie. Il suo grado di resistenza è molto buono, motivo per cui viene impegnato in questo campo.