Fase 1: prelevare l’aria da fuori

La prima fase che permette di avere dentro casa una temperatura più gradevole rispetto alle alte di fuori prevede che l’aria venga risucchiata da fuori. Tutti i condizionatori hanno infatti una parte esterna che ha il compito di prelevare l’aria. Spesso si tratta di una grande ventola che va pulita di tanto in tanto per togliere la sporcizia che vi si deposita. Per avere un apparecchio che funziona meglio è altamente consigliabile posizionare il corpo esterno all’ombra e lontano dai raggi solari diretti così l’aria che viene presa è meno calda e la macchina deve fare meno fatica per rinfrescarla prima di immetterla in casa. se la ventola viene messa al sole, l’aria che viene risucchiata sarà molto più calda e perciò l’elettrodomestico dovrà fare più fatica e usare più energia per abbassarne la temperatura.

Fase 2: raffreddare l’aria

L’aria che è stata prelevata avrà di certo una temperatura alta e il condizionatore deve abbassarla. Il getto di aria va passato in una serpentina refrigerante che funziona grazie a un liquido o anche a un gas che va ricaricato di volta in volta, preferibilmente a inizio stagione altrimenti il condizionatore funziona a vuoto senza rinfrescare l’aria.

Fase 3: immettere il getto di aira

Ora che il getto di aria è stato rinfrescato a dovere questo passa tra i filtri fatti con una struttura a nido d’ape che ha lo scopo di trattenere ogni tracica di polline, sporcizia, smog, pulviscolo etc. che era presente, motivo per cui questi filtri vanno puliti e / o cambiati con regolarità. Ora la macchina mette il getto di arai fresca in casa e per no avere problemi sarebbe opportuno sistemare il condizionatore in un luogo di passaggio altrimenti chi lo sistema in stanze dove si trascorre molto tempo come il salotto o al cucina avrà un problema di aria fredda che colpisce direttamente il corpo.

Per prenotare subito un appuntamento, clicca qui condizionatori.prontoatutto.it

Lascia il tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here