«O Signore, nel mio cuore, si è acceso l’amore per una creatura che anche tu conosci e ami. Tu ci hai fatti incontrare l’uno all’altro, perché non restassimo soli. O divino Spirito, ti ringrazio di questo dono che mi inonda di una gioia profonda, mi rende simile a te che sei l’amore, e mi fa comprendere il valore della vita che tu mi hai donato. Fa’ che io non sciupi questa immensa ricchezza, che tu mi hai messo nel cuore: insegnami che l’amore è un dono e non può  mescolarsi con nessun egoismo. Ti prego, Signore, per chi mi aspetta e mi pensa, per chi ha messo in me il suo avvenire, per chi mi starà accanto per tutta la vita: rendici degni l’uno dell’altro, rendici l’uno all’altro di esempio e aiuto. Preparaci al matrimonio, alla sua grandezza, alle sue responsabilità, così che fin d’ora le nostre anime posseggano i nostri corpi e regnino nell’amore». Le parole di Paolo VI potrebbero essere tutt’oggi fonte di speranza per i giovani che, a causa di una Società sempre più effimera, si ritrovano a temere sempre di più il matrimonio e la famiglia. Nella speranza di diffondere la parola del Signore, la Diocesi di Sora retta Mons. Gerardo Antonazzo, ha scelto di invitare a presiedere alcune coppie, alle celebrazioni liturgiche in occasione del periodo di Quaresima- Pasqua 2018.

La Diocesi di Sora aderisce al progetto per la cura pastorale della famiglia, rivolta ai giovani, alle neo famiglie, le quali si trovano in un contesto per loro nuovo, che potrebbe destare pertanto paure e timori. La lettera pastorale per la Pasqua 2018, da parte del Vescovo Antonazzo, è rivolta in particolar modo a coloro che, specialmente nei primi anni di matrimonio, possono trovarsi di fronte a difficoltà o ad avversità con il proprio compagno. Ecco perché le celebrazioni liturgiche in occasione della Quaresima- Pasqua 2018, verteranno sull’importanza della famiglia, del matrimonio, che prima di tutto è luogo di benedizione di Dio. Attraverso gli incontri, le preghiere, i giovani coniugi sapranno cogliere intelligentemente l’aiuto del Signore e della Chiesa, portando avanti con determinazione ciò che è l’unione del matrimonio, e anche ciò che è la famiglia.

Grazie a Mons. Antonazzo che aderisce al progetto della pastorale familiare per le diverse parrocchie della Diocesi di Sora, le coppie scelte, hanno la possibilità di riunirsi e confrontarsi con altri e fare delle proprie esperienze positive un esempio per gli altri; del resto ad amare si impara, perchè l’amore è prima di tutto crescere insieme, riconoscersi nell’altro e affrontare la quotidianità. E’ così che si attuerà un mutuo scambio tra le varie coppie, che in un ambiente di preghiera e fede, potranno cercare nelle parole di Dio, il conforto necessario.

Lascia il tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here