Tra i tanti servizi che un valido tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ariston a Roma presta, c’è anche la pulizia della caldaia che andrebbe fatta annualmente. È importante sapere quali sono le formazione che vanno rimosse il prima possibile.

Togliere il calcare

È normale che dove scorre acqua, ci siano dei depositi di calcare. La quantità di calcare disciolta nell’acqua dipende dalla zona, ma pari a zero non esiste. Con il passare del tempo, il calcare si deposita dove l’acqua scorre creando una sorta di crosta dal colore bianco – giallastro.

La pulizia svolta dal tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ariston a Roma prevede di utilizzare un prodotto acido che possa disciogliere il calcare. È possibile svolgere tale operazione anche all’interno del termosifone poiché eccessivo calcare può ostacolare la diffusione del calore.

Rimuovere la Fuliggine

L’attività di combustione del gas per la produzione di acqua calda sanitaria, è facile che crei della fuliggine, questo sottile particolato si deposita su tutte le parti della caldaia, fino anche a provocare degli intasamenti.

Questa fuliggine va tolta prima che si solidifichi altrimenti può compromettere la funzionalità della caldaia, provocando danni alle parti interne fino anche a bloccare la produzione di acqua calda sanitaria. Di solito, un buon bidone aspiratutto riesce a rimuovere la maggior parte della fuliggine.

Asportare la Polvere

Per il processo di combustione del gas, è necessaria anche della semplice aria. È del tutto normale che aspirando un po’ d’aria, nella caldaia in uso entri anche un po’ di polvere. Si tratta di una formazione del tutto normale e inevitabile che va anch’essa rimossa puntualmente altrimenti la caldaia può avere dei guasti anche gravi nel corso del tempo.

Levare le Impurità

Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Ariston a Roma durante una pulizia periodica si occupa della rimozione delle impurità che sono naturalmente presenti all’interno del gas combustibile per la produzione di acqua calda sanitaria. Ci sono periodi in cui può esseri una maggiore concentrazione di gas che crea quindi problemi alla caldaia e ai suoi componenti, come per esempio la fiamma pilota.