Fai fatica a trovare venditori professionisti per la tua azienda? Non serve certamente ricordarti quanto ciò possa essere insidioso e portarti a “bucare” i tuoi obiettivi di vendita; può essere decisamente più utile provare a capire invece perché sta succedendo e in cosa stai sbagliando, premesso che costruire una rete commerciale non è mai un compito semplice o che si riesce a portare a termine in poco tempo.

Perché non riesci a trovare agenti di commercio per la tua azienda e come ovviare

Una delle ragioni per cui spesso non si riescono a trovare agenti di commercio è perché non si ha ben chiaro a monte che professionisti cercare, come inserirli correttamente nel proprio team. Quando l’azienda è abbastanza grande da avere un reparto commerciale, in particolare, tutto è reso più difficile dalla convinzione – sbagliata – che le task siano intercambiabili o, peggio, sovrapponibili: quando ciò non si traduce nella poca priorità data alla ricerca di agenti di commercio e venditori, il rischio principale è molta  confusione e che le job description destinate agli ultimi risultino poco appetibili perché pensate con in mente in realtà task proprie di reparti e addetti vendite interni.

Proprio com’è scritto l’annuncio di lavoro può determinare, del resto, la buona riuscita di ogni processo di recruiting e in particolare quello per uno o più agenti di commercio. C’è, infatti, una variabile che non si può ignorare: la maggior parte di venditori professionisti lavora come freelance e ciò significa che prima di accettare un nuovo lavoro è portato a valutare attentamente tutti gli aspetti della commissione, inclusi naturalmente modalità e livello di retribuzione, eventuali benefici aggiuntivi, eccetera. IL RAL può essere discriminante, cioè, perché un agente di commercio accetti o rifiuti la collaborazione esattamente come lo sono la possibilità di crescere e fare carriera, le opportunità formative annesse a ogni nuovo lavoro o quelle di lavorare con clienti finali esteri. Ciascuno di questi aspetti va esplicitato nell’annuncio di lavoro perché lo stesso risulti più accattivante agli occhi dei venditori: se non hai idea di da dove partire per scriverlo nella maniera migliore, puoi sfruttare servizi e piattaforme come Agentscout che ti aiutano a farlo.

Potresti non averlo considerato come motivo per cui non riesci a trovare nuovi agenti di commercio per la tua rete di venditori, del resto, ma anche dove “piazzi” i tuoi annunci di lavoro è una discriminante importante. Portali come quello appena citato hanno in questo senso il vantaggio di assicurarti un pubblico verticale e potenzialmente interessato alle tue vacancy, oltre che verificato di professionisti con reale esperienza nel settore. Non limitarti, insomma, a pubblicizzare il fatto che sta stai cercando nuovi agenti commerciali per la tua azienda sul sito o tramite il passaparola tra tuoi collaboratori, ma usa ogni mezzo possibile.

Incluso, perché no, il copiare quello che stanno facendo i tuoi competitor: il talent hunting non è un peccato ed è, anzi, pratica molto comune per le aziende che vogliano assicurarsi i migliori talenti in un determinato campo. Tieni conto, per altro, che cominciando a collaborare con agenti di commercio che già conoscono il settore e le dinamiche che gli sono proprie dovrebbe essere più semplice ottenere i risultati sperati.