Se vuoi mostrare la pancia piatta, ecco dei preziosi consigli che ti aiutano a raggiungere il tuo obiettivo in appena una settimana. Fai attenzione ai consigli di seguito che ti aiutano ad aver finalmente l’addome piatto.

Idratati bene

La prima cosa che devi fare per avere la pancia piatta è iniziare ad idratarti bene, bevendo acqua. Gli esperti nutrizionisti consigliano di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, ma questa dose può aumentare nel periodo estivo, per esempio, bere molta acqua ti aiuta a sgonfiarti e ridurre la ritenzione idrica. Bere stimola infatti la diuresi e addio pancia gonfia. L’acqua deve esser naturale, povera di sodio e ricca di calcio e no gasata. Se no riesci a bere così tana acqua nell’arco della giornata, prova con le tisane, preferendo quelle alle erbe diuretiche come ippocastano, finocchio, malva etc. Evita bevande gasate e zuccherate che ti allontanano del raggiungimento del tuo obiettivo.

Segui una dieta specifica

Per evitare il gonfiore addominale devi studiare una dieta apposita. Ci sono diversi prodotti che purtroppo gonfiano la pancia perché fermentano nello stomaco oppure richiedono lunghe digestioni. Devi capire quali sono gli ingredienti che ti creano disturbi di questo tipo e poi eliminarli. Per esempio, le verdure, spesso crude, creano questi disturbi. Si tratta per lo più di broccoli, verze, peperoni, cavolo, cavolfiore, aglio e simili. Sono da togliere dalla tua dieta anche i legumi e i cereali che possono gonfiare lo stomaco, facendo sparire la pancia piatta.

Fai esercizi

È indispensabile per far apparire la pancia piatta, fare esercizi mirati e specifici. Quello che devi fare sono i classici crunck addominali che fanno muovere i muscoli superficiali. Ci sono anche altri esercizi come il planking che è davvero ottimo perché mette in tensione tutta la muscolatura, facendo allenare anche gli addominali. Vale lo stesso per il pilates che mette proprio il focus sulla tensione addominale. Lo stesso fa anche un elettrostimolatore xpower che aiuta a far venire fuori la tartaruga.

Lascia il tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here